Casa Bertalero
Casa Bertalero > Cenni storici

"Casa Bertalero" fu edificata in frazione Stazione, prospiciente alla stazione ferroviaria di Alice, intorno al 1898 da Giovanni Bertalero.
L'insieme architettonico è composto da due corpi che si sviluppano intorno ai due cortili di forma rettangolare, aperti sulla strada e chiusi ai tre lati.
La progettazione fu a firma dell'ing. Bertalero, rimane un esempio importante di architettura industriale in cemento armato di primo novecento soprattutto nella parte dedicata alle strutture vinarie.
Lo stile architettonico degli esterni, lineare e sobrio e la costruzione del primo cortile creano un effetto che ben si sposa con l'habitat che lo circonda.
Al piano nobile si sviluppano gli alloggi padronali con affreschi e decori liberty.
Tutto il piano terreno è dedicato alla trasformazione ed alla lavorazione delle uve. Così rimangono nella campata destra il reparto del moscato con i filtri olandesi a pioggia e i torchi a mano.
Di seguito si apre la zona dell'invecchiamento con grandi botti in legno finemente lavorate e ancora oggi utilizzate.
Passando nel secondo cortile troviamo la "bottaia" costruita sotto il giardino pensile che si addentra sotto la collina; oggi recuperata è, per collocazione naturale, il luogo di affinamento dei vini rossi, tanto nei grandi fusti piemontesi quanto nelle botti di misura francese.
Intorno al secondo cortile si sviluppa la parte dedicata alla commercializzazione.
Questa è stata la zona maggiormente interessata dal recupero e dalla trasformazione di destinazione per la realizzazione di una proposta innovativa di accoglienza turistica e vendita.

IN PRIMO PIANO
Nuove promozioni
Nuove promozioni al nostro punto vendita Vino & non solo vino!
Leggi tutto